Chiese
6749 Sobrio  -  infoaass@yahoo.it

Home
Associazione
Realizzazioni
2017
Attività passate
Sobrio
Link
Sponsor

 

Scrivi all'AASS

 

Le chiese del comune di Sobrio:

bulletA Villa la chiesa di San Rocco
bulletA metà strada tra Villa e Ronzano la chiesa principale di San Lorenzo
bulletA Ronzano la chiesetta del Santo Crocifisso
bulletLa chiesetta di Gramudél (ora in rovina)

 

Chiesa di San Lorenzo

La chiesa di San Lorenzo, la Casa parrocchiale e l'acero monumentale

chiesaSLvolo.jpg (11629 byte)E' la chiesa principale del paese, posta a metà strada fra le frazioni di Villa e Ronzano.
Viene utilizzata soltanto nella stagione estiva. D'inverno le funzioni hanno luogo a San Rocco.

Menzionata già nel 1300, fu più volte riattata e ingrandita. Sul campanile c'è la data del 1695, sul portale rivolto verso Villa quella del 1716 e sul portale che dà verso Ronzano, quella del 1777: si tratta di date che probabilmente si riferiscono ad altrettanti importanti restauri.

chiesaSLaltare.jpg (26575 byte)Nel 1570 e 1581 passò da Sobrio San Carlo Borromeo, che si era impegnato anima e corpo a porre freno alla riforma di Martin Lutero. Probabilmente per questo motivo, gli è stato dedicato un altare.chiesaSLinterno3.jpg (23858 byte)
Oltre all'altare maggiore e a quello di San Carlo, ce ne sono altri due dedicati alla Madonna (in uno la vergine appare dipinta e nell'altro scolpita) e uno a Sant'Antonio Abate (raffigurato da una statua lignea dipinta).

Chi l'ha visto??? Rubato alcuni anni fa!Di notevole pregio sono anche il pulpito a cinque facce del 1699, il confessionale in legno di ciliegio del 1868 e un armadio in noce massiccio che occupa quasi tutta la parete della sagrestia.
Purtroppo alcuni anni fa sono stati rubati dalla chiesa quattro busti in rame argentato raffiguranti Sant'Ambrogio, San Carlo Borromeo, Sant'Eustorgio e San Pancrazio, contenenti le relative reliquie. 

Nel 2002, nel corso dei lavori di restauro commissionati dalla Parrocchia, sono state posate tre belle vetrate donate dalla nostra associazione.    vetrata1.jpg (20361 byte) vetrata3.jpg (11024 byte) vetrata4.jpg (13228 byte) vetrata2.jpg (21970 byte)

campanile2.jpg (21042 byte)Il campanile, costruito in granito a faccia vista e alto 30 metri, termina con una cupola piramidale ottagonale molto slanciata, in cima alla quale c'è una piccola statua bronzea raffigurante San Lorenzo con in mano una graticola. La statua ruota su un perno e dalla sua posizione gli abitanti di Sobrio deducono il tempo, anche qui legato alla direzione del vento.
Le campane sono tre. La più grossa, pesante 520 chili, venne rifusa nel 1912 dalla ditta Roberto Mazzola di Valduggia. Alle campane furono dati i nomi di Giovannina, Lorenzina e Maria.

viacrucis.jpg (27397 byte)cimitero2.jpg (25121 byte)Accanto alla chiesa c'è il cimitero, menzionato per la prima volta in un documento del 1692, ma certamente ben più antico. Lungo il muro del cimitero sorgono le cappelle della Via Crucis, riattate nel 1978 e affrescate dal pittore bellinzonese Clemente Nesurini. Le vecchie pitture risalenti al periodo 1850-60, opera di Tommaso Calgari di Osco, erano purtroppo irrecuperabili.

San Lorenzo e casa Parrocchiale viste da sottocasaparrocchiale.jpg (40490 byte)La bellissima casa parrocchiale e l'acero monumentale che, la leggenda vuole, venne piantato per ricordare la Battaglia dei sassi grossi, completano il quadro.

 

  San Lorenzo vista dalla Strada Alta, proveniendo da Cavagnago  chiesaSLinterno1.jpg (26700 byte) chiesaSLinterno2.jpg (22408 byte)  campanile1.jpg (37018 byte)  cimitero1.jpg (30608 byte)  cimitero3.jpg (30764 byte)    

    

Ascolta le campane della chiesa parrocchiale di San Lorenzo (fai clic sull'immagine)

Chiesa di San Rocco

L'oratorio di San Rocco, benedetto il 26 aprile 1676, si trova a Villa ed è utilizzato per le funzioni durante la stagione fredda.

 chiesaSR1web.jpg (27192 byte) chiesaSR2web.jpg (18336 byte) chiesaSR3web.jpg (35028 byte) chiesaSR5web.jpg (32435 byte) chiesaSR6web.jpg (26485 byte) chiesaSR7web.jpg (29163 byte) chiesa_san_rocco_notte.jpg (6844 byte) chiesa_san_rocco_natale_2.jpg (5846 byte)

Ascolta la campana della chiesa di San Rocco (fai clic sull'immagine)

Chiesa del Santissimo Crocifisso

La chiesetta di Ronzano, fatta costruire da un Rossi emigrato a Milano,  si trova purtroppo in cattivo stato. 
Da oltre 30 anni, però, un gruppo di abitanti di Ronzano, su iniziativa di Mauro D'Andrea, organizza la festa del 1° agosto allo scopo di raccogliere fondi per il restauro.
Nel corso del mese di settembre 2002 è stato sostituito il tetto, l'elemento più importante per la buona conservazione di tutto l'edificio. Ora, per il resto, c'è tempo.

  

Dettagli La nuova porta d'entrata Stallghéi tra la chiesa e casa Gnädinger La campanella è stata rimessa al suo posto. 
Dopo la sostituzione del tetto chiesaronzano2.jpg (19045 byte) chiesaronzano3.jpg (23321 byte) Nuovo tetto   
Prima della sostituzione del tetto gesaSC2.jpg (20377 byte) gesaSC3.jpg (33253 byte) gesaSC4.jpg (25541 byte)
Nuovi dettagli casa_di_dio.jpg (24516 byte) s_crocifisso_altare.jpg (28203 byte) s_crocifisso_altare_desta.jpg (19387 byte) s_crocifisso_altare_sinistr.jpg (17569 byte)  
s_crocifisso_interno.jpg (28550 byte) s_crocifisso_adorazioni.jpg (17011 byte) s_crocifisso_oratorium.jpg (21364 byte)
s_crocifisso_altare2.jpg (28332 byte)
s_crocifisso_porta.jpg (16781 byte) s_crocifisso_sacrum_convivi.jpg (21585 byte)

Ascolta la campana della chiesa del Santissimo Crocifisso (fai clic sull'immagine)

La chiesetta di Gramudél

    Foto di gruppo e, sullo sfondo, la chiesetta di Gramudél

L'ingrandimento dalla foto precedente, sembra un dipintoLa chiesetta di Gramudél, ora in rovina, si trova a metà strada sul sentiero che collega Sobrio a Giornico. Fu fatta costruire da una famiglia Giudici di Giornico, con l'obbligo per gli abitanti di Sobrio di mantenerla in buono stato. Serviva da riparo dalle bizze del tempo ai passanti, che erano numerosissimi.
Putroppo Sobrio non diede seguito ai suoi obblighi.

Davanti a questa chiesetta si sarà certamente fermato per dire una preghiera e tirare il fiato il vescovo Moneta, che in rappresentanza di San Carlo rimasto a Giornico, salì a Sobrio il 21 ottobre 1567. Toccò poi all'infaticabile arcivescovo di Milano raggiungere a sua volta, il13 agosto 1570, questo villaggio, dopo il quale visitò Cavagnago e Anzonico, raggiungendo, quando era ormai notte, Chironico. San Carlo ritornerà a Sobrio nell'agosto del 1581: proveniva da Piotta e da Mairengo e raggiunse poi Pollegio e Iragna, confermando anche in questa visita la sua straordinaria resistenza fisica.

 Ecco lo stato attuale della chiesa.

chiesa_gramudell6.jpg (29591 byte)Questa foto è stata scattata dalla stessa posizione della vecchia foto qui sopra. Si nota chiaramente la differenza di vegetazione.

chiesa_gramudel3.jpg (20301 byte) chiesa_gramudel4.jpg (30710 byte) chiesa_gramudel5.jpg (14452 byte) chiesa_gramudell2.jpg (34544 byte) 

Ascolta la campana della chiesa di Gramudéll (fai clic sull'immagine)

oggi conservata presso la chiesa parrocchiale di Sobrio.

Associazione Attinenti e simpatizzanti di Sobrio
Sobrio, Leventina, Ticino, Svizzera